Ad agosto è tempo di macedonie, di insalate, di piatti di pesce. E sui banchi del mercato c'è l'imbarazzo della scelta: scopri quali sono frutta, verdura e pesce di stagione da agosto.

La verdura di agosto

Basilico: ridotto in crema o in foglie a crudo, dona una freschezza incredibile ai piatti e ai sughi, come il pesto.

Cavolini di Bruxelles: ricchi di vitamine, proteine e sali minerali, hanno un gusto lievemente amaro e sono buoni lessi o ripassati in padella.

Cetrioli: da mangiare crudo, in insalata o trasformato in salse, mentre è sconsigliato cuocerlo per non perdere tutte le sue proprietà nutritive.

Fagioli: questi ricchi legumi sono ottimi nelle zuppe, per preparare condimenti da abbinare anche al pesce o per un ottimo primo piatto.

Fagiolini: i baccelli immaturi dei fagioli sono ricchi di fibre, sali minerali e vitamina A. Possono essere bolliti o cotti in padella con olio, limone, sale e pepe.

Fave: si possono consumare crude o cotte. Ad esempio in un'insalata di fave, acciughe e pomodori secchi.

Funghi: dire funghi è molto riduttivi. Ne esistono centinaia di tipologie, da mangiare in un sugo, fritti, trifolati, al forno. O pronti da mangiare.

Melanzane: si prestano a vari tipi di cottura, dalla griglia, al fritto, al forno. Puoi usarle per preparare ottimi sughi o il panino con sorpresa di caponata.

Peperoni: ottimi crudi o cotti, sono tra gli ortaggi con il più alto contenuto di vitamina C, ancor più degli agrumi.

Piselli: possono dare vita a semplici vellutate, arricchire paste al forno e condire primi e secondi piatti di carne a lunga cottura, o essere protaginisti di un gustoso sformatino.

Pomodori: i re della dieta mediterranea. Crudo in insalata, in numerose varietà, o cotto per preparare il sugo: scopri la versione rivisitata da Eataly!

Prezzemolo: ricco di sali minerali, vitamine - A, C e K - fibre, proteine e carboidrati, ha proprietà ipotensive, diuretiche, lassative e curative. Pilastro della cucina mediterranea per dare gusto e personalità ai piatti, soprattutto di pesce.

Rape e cime di rapa: famose in Puglia per il sugo delle orecchiette o nei piatti di pesce, sono ottime anche stufate come contorno, con l'aggiunta di un po' di peperoncino.

Ravanelli: crudi e croccanti, possono essere tagliati a fettine in un'insalata o sgranocchiati interi.

Rucola: aromatica e pungente, la rucola è ricca di vitamina C, minerali e moltaacqua. Contiene anche acido folico ed è quindi utile alle donne in gravidanza: provala negli gnocchi di miglio con pesto di rucola!

Taccole: questo legume si differenzia dagli altri perché va mangiato tuto, compreso il baccello. Provale in padella, stufate o in un sugo con i gamberi.

Zucchine: ricche di potassio e utili per la salute delle vie urinarie e dell'intestino, sono molto veratili e possono essere mangiate come controno, nei sughi magari in abbinamento al pesce o ripiene.

 

La frutta di agosto

Albicocche: ricche di betacarotene e licopene, sono utili per la pelle e contro colesterolo e radicali liberi. Contengono molte fibre, a dispetto di un minimo apporto calorico.

Anguria: zuccherina, leggera e poco calorica, aiuta a prevenire le malattie cardiache e a combattere il colesterolo.

Fichi: dolci, ricchi di vitamine e proprietà antinfiammatorie, hanno un apporto calorico più basso di quello che si potrebbe pensare.

Fichi d'India: hanno una polpa succosa e carnosa molto ricca di acqua, zuccheri, vitamine e sostanze minerali. Un simbolo estivo del Sud.

Frutti di bosco: ricchi di antiossidanti, sono dolci e gustosi. Puoi farci una confettura, una salsa per un dolce o anche per un secondo piatto agrodolce.

Pesche: frutto zuccherino ricco di vitamina A, benefico durante l'esposizione al sole, e di vitamina C, che permette in particolare di facilitare l'assorbimento del ferro.

Pere: ne esistono tante varietà, dalle pere cosce alle pere William, di tanti colori e dimensioni, tutte dolci e succose. Provale sciroppate!

Prugne: ricche di vitamine e sali minerali, sono un buon rimedio contro la stanchezza.

Uva: anche se la stagione della vendemmia è a cavallo tra estate e autunno, ad agosto i primi grappoli sono già sulle nostre tavole.

 

Il pesce di agosto

Alici/acciughe: pesce azzurro povero ma molto saporito, dall'alto contenuto di Omega 3, sono ottime fritte o marinate, ma anche nei sughi per la pasta, con il finocchietto. Prova la ricetta del tortino di alici con pinoli e finocchietto.

Orata: un pesce dalle carni magre e saporite, con ottimi valori nutrizionali. Buonissima al forno o alla griglia.

Ricciola: dalla caratteristica colorazione argentea azzurra, ha carne saporita e si presta alla cottura al vapore o al forno, ma è ottima anche nei sughi o cruda. Scopri la ricetta del carpaccio di riccola con zenzero, lime e melograno.

Sogliola: piccolo pesce che vive sui fondali sabbiosi, è magro e leggerissimo.

Altri pesci di stagione ad agosto sono: cefalo, gallinella, nasello, sarago, spigola/branzino, sugarello e vongola verace.

Sai già come riconoscere il pesce fresco? Scoprilo subito!