Toggle Nav
Carrello

Pioppi capitale della dieta mediterranea


Cilento: Patria della Dieta Mediterranea

Dichiarato dall' UNESCO promotore e custode della Dieta Mediterranea.


La Dieta Mediterranea non è solo un regime alimentare, piuttosto, può essere considerata uno stile di vita sano ed equilibrato che si fonda sul rispetto del territorio e della biodiversità. Non a caso la “Dieta Mediterranea” è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio culturale immateriale. Una sorta di bene “vivente” riconosciuto e tutelato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l‘educazione, la scienza e la cultura.

Ma quali sono le città che hanno avuto da parte dell’UNESCO il riconoscimento come rappresentanti della dieta mediterranea? Soria, situata nella Spagna nord orientale; Koroni in Grecia; Chefchaouen in Marocco; Agros a Cipro; Tavira in Portogallo; Brac e Kvar in Croazia. Queste città sono tutte produttrici di diversi prodotti tipici e si caratterizzano per uno stile di vita sano. Tutte hanno investito nell’identificazione, documentazione e conservazione di eventi, riti, feste e pratiche artigianali inerenti la Dieta Mediterranea.

Pioppi e il Museo della Dieta MediterraneaAll’elenco precedente ne manca una, non per dimenticanza, ma bensì perché esse può a tutti gli effetti considerarsi la capitale della dieta mediterranea: un territorio magico, un luogo in cui il blu del mare si mescola al verde dei parchi nazionali … Stiamo ovviamente parlando del Cilento.

È stato il grande nutrizionista americano Ancel Keys a definire questa zona dell’Italia il “triangolo di lunga vita”. In particolare, si riferiva ad alcuni comuni costieri del Parco Nazionale del Cilento: Acciaroli, Pollica, San Mauro, Castellabate, Agnone e Velia, ma soprattutto Pioppi.

E’ lì infatti che lo scienziato, ideatore di un nuovo stile alimentare , anzi di una nuova filosofia , qual elisir di lunga vita per le sue proprietà salutistiche visse a lungo. Infatti nel 1960, in località Cannicchio (località poco distante da Pioppi - frazione di Pollica) acquistò un modesto appezzamento di terreno, vi costruì la sua abitazione e coltivò il suo campo per circa un quarantennio. Chiamò quel sito incantevole Minnelea , ossia Minne (sota) - Elea, sede della scuola di Parmenide e della filosofia eleatica ed antichissimo centro termale. Lo studioso, a conferma della fondatezza delle sue teorie, visse cento anni, spegnendosi nel 2004.

Nel 2009, dopo 40 anni dalla pubblicazione dei risultati delle ricerche del "Seven Countries Study" (settembre 1969), venne fondata a Pioppi l'Associazione per la Dieta Mediterranea, Alimentazione e Stile di Vita. L'associazione ha ricevuto un'onorificenza dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano per il valore culturale e sociale e come importante fonte di divulgazione di un corretto stile di vita. Durante un Convegno gli scienziati presenti hanno firmato un documento che attesta l'effettiva connessione tra la Dieta Mediterranea e Pioppi, come luogo di svolgimento degli studi di Keys e dei suoi collaboratori, facendo così diventare Pioppi Capitale Mondiale della Dieta Mediterranea.

Non a caso a Pioppi è nato il Museo Vivente Della Dieta Mediterranea, che ospita cinque le sale espositive, con pannelli descrittivi e video, tra cui quella dedicata ai sensi, con installazioni per il gusto, il tatto e l’olfatto; la sala per la pasta fatta in casa, con video tutorial delle massaie cilentane; la biblioteca personale di Ancel Keys, donata dalla famiglia al Comune di Pollica. Nel Museo si organizzano laboratori didattici, corsi di cucina cilentana e visite guidate a sentieri, orti e mulini del territorio. Un modo concreto di tramandare l’eredità lasciata da Ancel Keys, dalla moglie Margareth e dai loro colleghi, per promuovere uno stile di vita ispirato alla sana alimentazione, al rispetto dell’ambiente e della cultura locale.

Eco Museo della Dieta Mediterranea





Selezionati per Te
  • Thumb Nail Hover Ricette del Cilento